Basket
Il Cuore Napoli Basket
torna alla vittoria contro Cagliari
di Mario Triggiani
A sette giorni dalla sconfitta di Casale Monferrato, la più netta della stagione quantomeno dal punto di vista del punteggio, Napoli ritrova il sorriso sconfiggendo Cagliari in una gara dall'altissimo contenuto agonistico.

La formazione partenopea ha infatti trovato il secondo successo della sua stagione dimostrando forse per la prima volta una tenuta mentale che le ha consentito di non perdersi d'animo alla prima difficoltà.

La gara si è mantenuta equilibrata per tutti i quaranta minuti di gioco, con una fortissima impronta USA, visti i numerosi canestri di Carter e Keene e la dominanza sotto le plance di uno Stephens che per lunghi tratti si è caricato sulle spalle la formazione cagliaritana.

Il secondo americano di Napoli, quel Melsahn Basabe che tanto era sembrato promettente nella sua prima gara della stagione contro Tortona, si è ancora una volta dimostrato pigro ed indolente ed i numerosi minuti passati seduto in panchina lo dimostrano.

Napoli prova una fuga nel terzo quarto, ma è prontamente riacciuffata dagli avversari, che provano a loro volta a scappare a due minuti dal termine della gara con una tripla segnata da distanza siderale e successivamente un successivo rimbalzo offensivo strappato da Stephens dalle molli mani di Basabe.

L'americano fa zero su due e dall'altra parte un po' di fortuna assiste Nikolic, che insacca da tre riportando il punteggio in parità.

Cagliari pasticcia in attacco perdendo il possesso per un'infrazione di doppio palleggio lasciando trentatré secondi per l'attacco di Napoli. Trentatré secondi che non sono mai sembrati così lunghi.

Sugli sviluppi della rimessa la palla arriva a Sorrentino che da tre insacca il canestro più importante della gara. Napoli nell'azione successiva non riesce a spendere il fallo e concede a Rullo un canestro facile da due punti e così il punteggio vede Napoli in vantaggio per un punto quando mancano nove secondi.

Cagliari, però, è ancora a zero falli di squadra commessi nell'ultima frazione e così l'impresa di compierne cinque in così poco tempo è improba. Napoli si gioca bene le rimesse ed alla fine non va neanche in lunetta riuscendo a far scadere il tempo prima di subire il quinto fallo e fissando così il punteggio finale sul 94-93.

Con la vittoria di ieri Napoli aggancia la Virtus Roma al penultimo posto, scavalcandola in virtù dello scontro diretto favorevole.

Aver abbandonato l'ultima posizione potrebbe essere una spinta mentale in più per gettare il cuore oltre l'ostacolo anche nelle prossime, fondamentali gare di campionato.

Domenica prossima si tornerà infatti al PalaBabarbuto per affrontare Rieti in un secondo scontro salvezza che consentirebbe a Napoli di scavalcare in classifica i laziali in caso di vittoria.

La domenica successiva Napoli andrà al PalaMangano di Scafati per giocare il derby campano in un anticipo di mezzogiorno che potrebbe garantire una bella cornice di pubblico, mentre venerdì 23 Napoli augurerà buon Natale ai tifosi che accorreranno a Fuorigrotta ospitando Agrigento.

Queste le parole di coach Ponticiello in conferenza stampa: "Venti giorni fa quando abbiamo vinto con Roma ho sottolineato che quello fosse un successo che racchiudesse una molteplicità di meriti, che non fosse il successo del singolo che avesse segnato di più o del coach che si era inventato questo o altro.
Per me l’idea dell’allenare è ben differente da un uomo solo al comando. Stasera è un successo da cui partire. Abbiamo fatto bene alcune cose, meno bene altre.
Ma è il successo di tutti, di chi ha segnato tanti punti, di chi ha recuperato un pallone, di chi era seduto in panchina e non è neanche entrato, di chi durante la settimana lavora duramente e non era in squadra stasera.
Basabe sicuramente è stato condizionato dai due falli iniziali. Oppure potrebbe essere stato influenzato da un fattore emotivo che periodicamente si fa sentire in campo".


Cuore Napoli Basket - Pasta Cellino Cagliari 94-93 (19-21, 27-23, 29-29, 19-20)

Cuore Napoli Basket: Kerry Carter 33 (5/10, 5/8), Gennaro Sorrentino 20 (4/9, 4/8), Stefan Nikolic 17 (7/9, 1/3), Mattia Mastroianni 8 (1/2, 2/4), Melsahn Basabe 8 (4/6, 0/1), Bruno Mascolo 5 (1/2, 1/3), Matteo Fioravanti 3 (0/0, 1/3), Nikolay Vangelov 0 (0/1, 0/0), Simon Zollo 0 (0/0, 0/0), Alessio Ronconi 0 (0/0, 0/0), Antonio Crescenzi 0 (0/0, 0/0), Roberto Maggio 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 8 / 9
Rimbalzi: 27 7 + 20 (Melsahn Basabe 8)
Assist: 26 (Gennaro Sorrentino 9).

Pasta Cellino Cagliari: De’Shawn Stephens 34 (14/17, 1/1), Marcus Keene 17 (4/7, 2/10), Mirco Turel 15 (6/7, 1/1), Roberto Rullo 11 (3/5, 1/8), Michele Ebeling 5 (1/2, 1/3), Lorenzo Bucarelli 4 (2/4, 0/1), Marco Allegretti 3 (0/1, 1/2), Andrea Rovatti 2 (0/0, 0/0), Ferdinando Matrone 2 (0/0, 0/0), Edoardo Angius 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 19
Rimbalzi: 35 12 + 23 (De’Shawn Stephens 12)
Assist: 18 (Marcus Keene 5)
4/12/2017
FOTO GALLERY
RICERCA ARTICOLI