Contatta napoli.com con skype

Cultura
Mostra di Aniello Falcone
al museo diocesano di Napoli
di Achille della Ragione
Una delle mostre d'arte pi importanti d'Italia quella che si aperta nel museo diocesano di Napoli nei locali del coro delle monache, ricca di 23 dipinti, provenienti da musei e prestigiose collezioni private.

L'esposizione permette di conoscere uno dei pi celebri pittori attivi a Napoli nel Seicento, partendo da un quadro di argomento sacro: un Riposo nella fuga d'Egitto (fig. 1), firmato e datato 1641, il quale nel corso di un recente restauro, ha messo in mostra un prorompente seno da far invidia a Sophia Loren, per secoli ricoperto castamente da una camicetta.

Il Falcone, sul quale ho scritto una esauriente monografia (fig. 2) nel 2008, consultabile gratuitamente in rete digitando il link
http://www.guidecampania.com/aniellofalcone/cap1.htm
stato definito l'Oracolo delle battaglie, perch la sua specialit preferita era ritrarre combattimenti (fig. 3 - 4) nei quali erano costantemente presenti caratteri patognomonici, che permettono di riconoscere le sue opere: dal caratteristico polverone sullo sfondo, al morto in primo piano, dalle figure di grande formato, che sembrano uscire dalla tela e contrastano con la folla anonima di guerrieri all'orizzonte.

Ma oltre a battaglie senza eroi egli ci ha lasciato anche quadri di altro argomento, tra i quali spicca la Maestra di scuola (fig. 5), uno dei gioielli del museo di Capodimonte.

Oltre ad ammirare la mostra il visitatore percepisce lo stimolo a visitare alcune chiese di Napoli, dove sono conservati alcuni suoi affreschi, da San Paolo Maggiore alla sacrestia del Ges Nuovo, per concludere in bellezza a San Giorgio Maggiore dove, a lungo ricoperto da un dipinto settecentesco, si pu ammirare un San Giorgio ed il drago (fig. 6) di prorompente bellezza.

22/11/2021
FOTO GALLERY
RICERCA ARTICOLI