Contatta napoli.com con skype

Cultura
Pietro Malinconico un pittore da conoscere
di Achille della Ragione
I Malinconico rappresentano una dinastia di pittori napoletani che lavora a partire dalla seconda met del Seicento per quasi un secolo e di questa alacre famiglia conosciamo Andrea, il capostipite (Napoli 1635 1698), i suoi figli Nicola (Napoli 1663 1727) ed Oronzo (Napoli 1664? 1709) ed un nipote, Carlo, figlio di Nicola e nato a Napoli nel 1705, il quale ha realizzato uno splendido Trionfo dellImmacolata, firmato e datato 1734, per la chiesa di S. Donato ad Orta di Atella.

Per avere dettagli sui pittori ora citati basta consultare il mio blog http://www.dellaragione.eu e digitare il nome dellartista di cui si vuole approfondire la conoscenza.

Il pittore che vogliamo presentare ai lettori in questo nostro articolo: Pietro Malinconico documentato nel 1776 e nel 1783, per cui potrebbe essere un discendente della nota famiglia, oppure un semplice caso di omonimia, ma la sua pennellata richiama a viva voce l'imprinting stilistico dei suoi ipotetici antenati, per cui, in attesa di elementi documentari, lasciamo la questione in sospeso.

Se cerchiamo il suo nome nel catalogo della memorabile mostra Civilt del Settecento non ne troveremo traccia e lo stesso se consultiamo la Bibbia della pittura del secolo dei lumi, costituita dai tre volumi pubblicati da Nicola Spinosa.

Viceversa sfogliando il ponderoso volume del Galante sulla Napoli Sacra, rivisitato dagli specialisti della Sovrintendenza nel 1985, troveremo notizie imprecise, confusione con Andrea e notizie di affreschi non pi esistenti.

Unica eccezione il terzo fascicolo della serie sulle chiese napoletane, che finalmente cita un'opera dell'artista (senza riprodurre la foto), conservata nella mitica chiesa di S. Maria di Gerusalemme pi nota come Trentatr, dal numero delle monache che venivano ammesse.

Cominciamo a colmare questa lacuna mostrando ai lettori la foto (fig. 1) dellaffresco, firmato e datato 1776, recuperata nel nostro archivio di immagini. Ma la vera chicca la possiamo far ammirare grazie alla cortesia di una nobildonna, Bianca Iadicicco, che ci ha fornito alcune foto del salone (fig. 2) del palazzo della sua famiglia, sito in Frattamaggiore, una cittadina alle porte di Napoli, nel quale giganteggia un superbo affresco (fig. 3 4) eseguito da Pietro Malinconico nel 1783, mentre sulle pareti laterali sono presenti altri affreschi (fig. 5 6) di qualit eccelsa da attribuire ad un altro pittore da identificare.

Una visione da favola ed un nuovo pittore che si presenta sullaffollato palcoscenico del Settecento napoletano.

Didascalie
fig.1 - Pietro Malinconico Crocefissione - firmata e datata 1776
Napoli chiesa di S. Maria di Gerusalemme

fig.2 - Pietro Malinconico - Episodio di vita nell'antica Roma
Affresco - firmato e datato 1783 - Frattamaggiore, palazzo Iadicicco

fig.3 - Pietro Malinconico - Episodio di vita nell'antica Roma (particolare)
Affresco - firmato e datato 1783 - Frattamaggiore, palazzo Iadicicco

fig. 4 - Pietro Malinconico - Episodio di vita nell'antica Roma
Affresco - firmato e datato 1783 - (particolare firma e data)
Frattamaggiore, palazzo Iadicicco

fig. 5 - Dettagli del salone - Frattamaggiore palazzo Iadicicco

fig. 6 - Affreschi sulle pareti - Frattamaggiore palazzo Iadicicco







26/11/2020
FOTO GALLERY
RICERCA ARTICOLI