Contatta napoli.com con skype

Campi Flegrei
Ritrovamento a Cuma
di Antonio Cangiano
venuto fuori adesso dal terreno; ed sempre unemozione molto grande! Ha esordito entusiasta Matteo DAcunto, professore associato di Archeologia Classica dellUniversit degli studi di Napoli LOrientale, mostrando ai visitatori presenti, lantico reperto appena rinvenuto.

Mentre erano in corso le visite guidate delle Giornate Europee del Patrimonio 2018 alla Citt bassa di Cuma, in particolare al quartiere abitativo, i giovani studenti in archeologia del team di DAcunto, individuato il preziosissimo frammento in ceramica, hanno subito avvertito il professore.

Abbiamo ritrovato un frammento di skyphos a chevrons, un particolare contenitore con decorazione a motivi geometrici, importato da Corinto spiega DAcunto.

Il frammento importante poich appartiene al periodo della fondazione della colonia greca, databile alla met dell VIII secolo a.C..

Testimonianza dellarrivo dei Greci a Cuma, si colloca in un orizzonte cronologico molto vicino a quello dei primissimi materiali di rilievo archeologico rinvenuti a Phitecusae, lodierna Ischia. Di questa tipologia, in tutta Cuma, sono stati ritrovati al momento soltanto sei esemplari
.

Ancora, poco distante, unaltra scoperta. Rinvenuta, pochi mesi fa, una bottega metallurgica databile tra la fine del I secolo a. C. e linizio del I secolo d.C. con scarti di lavorazione del ferro.

Guarda il video della scoperta:
https://youtu.be/8Gq6ygARGeI
5/10/2018
FOTO GALLERY
RICERCA ARTICOLI