Attualita'
I Liberali ed il Sud
Einaudi ci premoniva che il nostro problema sarebbe stato tra l’esistere uniti o scomparire”. Il PLI Campano, da poco sotto commissariamento, si auspica di riuscire a riunire quante più anime Liberali che, nel corso degli anni si sono allontanate, nella ricerca di una “casa“ indipendente di estrazione liberale.

Così il neo Commissario Stefano Maria Cuomo si è presentato con la nuova squadra al Segretario Nazionale, Giancarlo Morandi.

Il Partito Liberale Italiano deve mantenere quella giusta follia, che lo ha portato a confermare due rappresentanti nell’attuale Parlamento, per offrire le proprie conoscenze tecniche per come salvare i conti pubblici, come migliorare la vita individuale quotidiana, di come sostenere una giusta crescita, dalle Partite Iva alle medie imprese.

In un partito come il nostro, continua Cuomo, parlare di minoranza e maggioranza significa aver dimenticato il senso di squadra, aver dimenticato che non esiste un primo ed un secondo tempo, meglio ancora deve esserci quella consapevole necessità di abbandonare il ruolo di arbitro fuori del campo.
Al contrario, saremo uguali alla città di Zora, di Calviniana memoria nel suo “
le città Invisibili”, obbligata a restare immobile ed uguale a se stessa per essere meglio ricordata”.

Saluti sono stati formulati dal rappresentante Nazionale dell’UMI - Unione Monarchici Italiani - avv Augusto Genovese e dal segretario della Lega, città di Nola, dott. Domenico Manganiello, con cui il Commissario Cuomo ha opportunamente condiviso il Progetto della Buona Amministrazione, con 11 liste di grande livello, per il rinnovo del prossimo consiglio comunale.

La mia esperienza professionale e politica - prosegue il Commissario Cuomo - mi da la serenità di replicare sul territorio quanto già realizzato in altre realtà, con una serie di Dipartimenti tematici che riescano a coprire le diverse problematiche territoriali. Questo darà la possibilità di fare emergere quelle risorse umane responsabili che hanno sotto controllo i territori e i loro elettori.
Più volte ho dovuto ascoltare e replicare ai media locali circa il deserto Liberale in cui versava la nostra regione, sono convinto che la squadra che stiamo realizzando saprà rispondere nel giusto modo
”.

Con l’occasione, il Commissario Cuomo ha presentato al Segretario nazionale le prime due sezioni, sulla città di Marano di Napoli e quella di San Gregorio Magno nella provincia di Salerno, oltre i coordinatori dei primi due dipartimenti regionali, Giustizia ed Enti Locali, sotto la responsabilità rispettivamente dell’avv. Eva Guadagno e del Geom. Mario Robertazzi, i coordinatori Provinciali di Napoli e Salerno e altri dirigenti con cui si stanno completando le dovute trattative su Caserta. Gli altri incarichi saranno ufficializzati entro il mese di luglio.

Di rilievo e particolarmente interessante, l’intervento del Segretario Nazionale Morandi il quale, nelle conclusioni, ha voluto ufficializzare quanto la Direzione Nazionale ha avuto modo di deliberare, proponendo il neo Commissario, Stefano Maria Cuomo, all’interno dell’ufficio di Segreteria Nazionale con la responsabilità dell’Italia Meridionale.

7/7/2018
RICERCA ARTICOLI